domenica 18 luglio 2010

8: LA CADUTA DEL GIGANTE BULGARO






Eccoci giunti al Nakabi. L'8a giornata del Nagoya-Basho, cioè l'immaginario giro di boa che vira il torneo verso la sua fase più calda. Arrivano in testa al Nakabi ben 4 rikishi, tutti sullo Zensho, cioè Homasho, Kakuryu, Kotooshu ed ovviamente Hakuho, ormai imbattuto da tempo immemore. Si noti, però, che Kotooshu e Kakuryu si affronteranno in uno spietato scontro diretto che lascerà solo uno di loro con lo score di Zensho.

Premesso che Masatsukasa, tra i Juryo, incappa nella sua pima sconfitta (7-1) cedendo contro l'Uwatenage di Asofuji (6-2) e premesso che lo Shin-Juryo brasiliano Kaisei (5-3) marcia a buon ritmo, avendo sconfitto oggi con Tsukidashi l'esperto mongolo Koryu (3-5) si comincia quindi con la sfida tra Bushuyama ed il Juryo koreano Kasugao, dopodichè sarà già la volta di Homasho, chiamato ad affrontare il difficile "Jabba" Takekaze. Kasugao attacca ed arriva in Hidari-Yotsu, Bushuyama (3-5) col baricentro arretrato, distoglie la presa ma deve subire la replica del koreano, che arriva addirittura in Morozashi e pressa lo Yorikiri vincente (6-2). Ma dicevamo di Homasho. Il giapponese può essere il primo dei quattro primatisti a lanciare il guanto di sfida, portandosi subito sull'8-0, anche se contro Takekaze potrebbe non essere facilissimo. Assalto dirompente di "Jabba" sul Tachi-Ai che incrina la difesa di Homasho, il quale prova a piegarsi sul fianco per avere maggiore resistenza ma deve subìre l'aggiramento di Takekaze, che prova dunque a pressarlo dal fianco. Homasho subisce ancora, arretra, poi si riporta in posizione frontale ma così facendo subisce l'attacco burrascoso di Takekaze che gli si lancia contro con rabbia ma, proprio all'altezza del Tawara, subisce la schivata di Homasho (8-0) che lascia precipitare "Jabba" giù dal Dohyo con Tsukiotoshi (4-4: foto in basso). Che colpo straordinario! Homasho, freddo ed astuto fino all'ultimo dei momenti utili, ha centrato una vittoria che si era fatta davvero improbabile.

Subito dopo vanno in scena: Shotenro contro Takamisakari, Mokonami contro Kokkai ed Hokutoriki contro Tosayutaka. Takamisakari subisce l'assalto di Shotenro (2-6) che lo colpisce in Nodo-Wa ma subisce subito l'arretramento di "Robocop", si scoordina in avanti e viene quindi aggirato dal movimento ormai consueto del rivale, che lo batte in Okuridashi (5-3). Bravo Takamisakari. La differenza tecnica tra Mokonami e Kokkai si dimostra abissale. Mokonami cerca subito la presa al Mawashi, subisce la replica a mani appaiate di Kokkai, sul busto, ma ritrova la presa e va ancora in spinta. Kokkai appare come un bisonte furioso e più che spingere come un ossesso, non fa. Prese buone del georgiano non se ne vedono, se non con un flebile mancino di riporto sul Mawashi avversario e quando Mokonami riesce con un movimento elegantissimo ad entrare in Migi-Zashi destro con un bel Makikae, Kokkai si ritrova agganciato sul Mawashi, troppo eretto col busto, pressato e quindi sconfitto in Yorikiri (4-4). Ottimo Mokonami (5-3). Come al solito Hokutoriki (4-4) gioca la sua gara a suon di Tsuppari ed effettivamente Tosayutaka ne viene messo in difficoltà, tanto da dover fermare la sua azione e cercare di filtrare in contro-tempo tra le maglie della barriera dell' "uomo d Hokuto". Ci riesce, quindi Tosayutaka colpisce il braccio di Hokutoriki, glielo blocca sul fianco ed avanza in Oshidashi fino alla vittoria (3-5).

Eccoci adesso a Shimotori contro Gagamaru, Tamaasuka contro Kakizoe e Tamawashi contro Yoshikaze. Il georgiano Gagamaru ha decisamente capito che lanciarsi subito sul rivale causerebbe soluzioni elusive per lui fatali, quindi aspetta ancora una volta il suo avversario, poi entra in Migi-Zashi nella difesa di Shimotori e, con l'ausilio del sinistro ben lungo sull'esterno del Mawashi rivale, avanza con la sua potente progressione in Yorikiri su cui Shimotori (3-5) non può far nulla se non cedere. Punto del pari (4-4) per "Mr Gaga". Ottimo espeditente di Kakizoe sul Tachi-Ai, perchè il "bisontino" accentra le braccia sul fronte dell'avversario e si incunea nella difesa di Tamaasuka per poi aprire gli arti e piazzare un Morozashi che gli consente il pressing e la vittoria per Yorikiri (2-6). Inutile l'arretramento semicircolare di Tamaasuka (3-5). Tamawashi aspetta l'attacco di Yoshikaze, poi si alza all'improvviso e schiaffeggia "Yoshi", scuotendolo ed aprendone completamente la difesa; a questo punto il mongolo colpisce sul torace il povero Yoshikaze ed avanza sino alla facile vittoria in Oshidashi (3-5). Yoshikaze (1-7) è ormai ad un passo dal Make-Koshi.

L'ultima sfida della prima fase del dì vede contrapposti, infine, Kimurayama e Tokusegawa. Kimura cerca di tener lontano Tokusegawa arginandolo con un Nodo-Wa ma il mongolo riesce a varcare la diga proposta dall'avversario e portarsi in presa bassa sul Mawashi di Kimurayama. Poche schermaglie, dopodichè Kimurayama (4-4) arretra cercando la proiezione esterna in Uwatenage su cui Tokusegawa (5-3) non abbocca, ormai troppo vicino al corpo di Kimura com'è, quindi spinge l'ultimo pressing e prevale per Yorikiri.

Si riprende col match tra Wakanosato ed Aminishiki, ieri vincente addirittura su Baruto, dopodichè saliranno sul Dohyo Aran ed Asasekiryu, quest'ulimo ormai prossimo al Make-Koshi. Che match, il primo! Wakanosato risponde all'assalto di Aminishiki sferzando l'avversario con doppio colpo dal basso in alto, in modo da sollevare la postura di Aminishiki e quindi andare in presa frontale. Aminishiki subisce l'impatto di Wakanosato, si ritrova l'avversario a ridosso e mentre indietreggia, in maniera semicircolare, rischia di inciampare e cadere ma, trattenendosi ben cinto sul Mawashi di Wakanosato grazie alla presa esterna destra, giunto a ridosso del Tawara, sul versante sud-est, si torce sul fianco e lancia la proiezione nello stesso momento in cui il pressante Wakanosato prova a fare altrettanto col sinistro interno, in Shitatenage. Aminishiki riesce a tenersi in equilibrio sulla gamba portante per una frazione di secondo in più ed è per questo, forse, che, quando cade faccia a terra, il Gyoji gli regala comunque la vittoria (4-4) per Uwatenage, una Kimarite più veloce rispetto alla caduta laterale di Wakanosato (4-4) lanciato in Shitatenage. Ma forse un Mono-Ii ci avrebbe detto di più. Aran e Asasekiryu optano per l'Hidari-Yotsu ma dopo un tentativo di strappo lanciato da Asasekiryu, Aran si tende con la muscolatura possente che ha, cambia presa, passando al Migi-Zashi, e chiude l'attacco del mongolo, che replica a sua volta in Makikae, trovando il Migi-Zashi. Asasekiryu, però, viene sollevato da Aran, che lo trasporta sino al Tawara a nord del Dohyo, dove l'M1 si mantiene in equilibrio evitando di poggiare i piedi in fallo, quasi con un esercizio miracoloso di equilibrio, finchè tuttavia deve cedere sul pressing di Aran (4-4) finendo sconfitto dal russo per Yorikiri (0-8). Disastroso il punteggio di Asasekiryu, da oggi in Make-Koshi con Zenpai.

Ed arriviamo dunque ai Sanyaku. Kisenosato se la vede con l'ostico Tochiozan. L'incontro è difficilissimo, perchè il Sekiwake attacca subito e sceglie l'Hidari-Yotsu ma Tochiozan fa altrettanto e pur portando il sinistro in posizione elevata sotto l'ascella di Kisenosato, sposta il corpo verso destra e mette in difficoltà il Sanyaku, che non capisce bene quale posizione assumere. Il Sekiwake, tuttavia, lascia scivolare il sinistro verso il basso, fino alla presa del Mawashi rivale, quindi lo trascina a sè e cerca la soluzione frontale, in spinta, su cui Tochiozan, però, declina con un bel movimento laterale, portando fuori equilibrio Kisenosato e costringendolo a spostare la presa sul costato del rivale. Tochiozan, allora, spinge frontalmente; Kisenosato retrocede, si porta sul Tawara a sud del Dohyo ma qui declina l'indietreggiamento lungo il cordolo di paglia e lascia che Tochiozan, fuori equilibrio, cada in avanti con Hatakikomi (4-4). Grande prova di equilibrio di Kisenosato (6-2) e bella vittoria sul filo di lana del Sekiwake giapponese.

Il Sekiwake Kotoshogiku, invece, deve cedere contro la mossa astuta di Tochinoshin, che entra in Migi-Yotsu esattamente come il suo avversario, lo tiene sul posto, nonostante un primo abbozzo di aggiramento provato da "Giku" sulla sinistra e quindi lo beffa allungandogli un calcetto sul piede d'appoggio che provoca lo sbilanciamento in avanti del Sekiwake (3-5) poi abbattuto con successivo Uwatenage da parte di Tochinoshin (2-6). Un colpetto da maestro, quello del Komusubi georgiano.

Ed eccoci al grande momento clou della giornata: lo scontro diretto tra l'Ozeki Kotooshu ed il mongolo Kakuryu, entrambi primi con lo Zensho di 7-0. Il Tachi-Ai dei due lottatori è imponente e finisce col provocare una sonora inzuccata tra i due. Kotooshu ne appare scosso, si alza tentennante ma sull'azione di Kakuryu riesce a frenare il mongolo, afferrandolo dall'alto col destro attorno alla spalla mancina di Kakuryu e col sinistro sotto il braccio destro del rivale, in presa alta. Il problema è che la postura di Kakuryu è più compatta, rivolta verso i fianchi del gigante bulgaro e quindi più idonea alla manovra. Kotooshu, troppo monocorde nelle situazioni di crisi, non lo capisce e cerca inopinatamente un'azione di forza che faccia arretrare l'M6, che invece si torce sul fianco, lancia la proiezione mancina direttamente sulle scapole di Kotooshu e quindi ribalta l'Ozeki con Sukuinage (terza foto). Troppo vicino all'avversario, troppo eretto e con presa troppo fuori equilibrio, Kotooshu (7-1) avrebbe dovuto capire che forzare da quella posizione gli sarebbe stato fatale ed invece non resta che vederlo inquadrato mentre si rialza con la smorfia stizzita di chi sa di aver perso un punto importantissimo. Grande Kakuryu, invece (8-0) che dunque rimane ancora primo con Zensho.

Sfida tutta mongola quella tra l'Ozeki Harumafuji ed il Komusubi Hakuba. Sull'attacco di Haruma, Hakuba cerca di portare una presa immediata sull'arto destro del rivale, che però segue la replica di Hakuba e non gli lascia lo spazio necessario alla proiezione. Col corpo ritorto sul fianco e quindi troppo sotto all'Ozeki, Hakuba subisce la spinta di Harumafuji (4-4) che lo spinge via in Yorikiri nonostante un tentativo di traino portato dal Komusubi (2-6) stavolta sull'arto mancino di Ama. Un buffetto sul volto di Hakuba, scaraventato giù dal Dohyo a fine bout, dimostra l'irritazione ed il nervosismo di questo Harumafuji in chiaroscuro.

Baruto contro Kitataiki. Kitataiki prova un Tachi-Ai estremamente flesso sulle ginocchia, quindi penetra molto basso dentro la guardia dell'Ozeki ed affonda una grande presa interna mancina fin sul retro del Mawashi di Baruto. L'estone, però, sa combattere molto bene, lo sappiamo, con posizione di dominio dall'alto, quindi solleva Kitataiki in Tsuridashi e fa per portarlo verso l'esterno finchè Kitataiki, scalciando, riesce a riatterrare di lato ma viene quindi sospinto via da Baruto, almeno finchè, in bilico sul Tawara, Kitataiki manda a vuoto l'azione del gigante della Onoe ma viene comunque estromesso dal cordolo con un colpetto di fondoschiena, tirato in pressing grazie all'assenza di spazio e di manovra di Kitataiki (2-6). 5-3 per Baruto, vincente con Oshidashi un pò fangoso ma comunque utile.

Kaio e Kyokutenho, due grandi vecchi del Dohyo, sul Tachi-Ai scelgono l'Hidari-Yotsu e rimangono abbarbicati in presa per qualche istante, dopodichè è Kaio a forzare la mano ed avanzare pian piano in Yorikiri, costringendo Kyokutenho a cedere lentamente verso nord, sino alla sconfitta finale (3-5). Quando lo Yorikiri è perfetto come quello di Kaio oggi (6-2) non c'è contromossa che tenga (penultima foto).

Ed eccoci alla fine. Alla Yoko-zona. Hakuho affronta il connazionale mongolo Tokitenku, avversario certamente inferiore ma dotato di spunti imprevisti che lo rendono sempre ostico da affrontare. L'incontro che ne vien fuori è forse uno dei più belli, sebbene non sia molto lungo, degli ultimi tempi ed è forse difficile da raccontare. Tokitenku centra subito il Migi-Zashi, come Hakuho ma cerca anche di replicare col sinistro in presa lunga esterna, cosa che provoca l'arretramento di Hakuho, che non vuole regalare la doppia presa al pericoloso avversario. Ad un certo momento lo Yokozuna scarta su fianco ma non inganna Tokitenku, che recupera faticosamente la postura e rimane aggrappato col suo destro ben saldo finchè proprio l'M3 non solo ritrova la postura frontale ma guizza in Makikae, trovando il Morozashi. Il pubblico esplode ma Hakuho non lascia il tempo al rivale di preparare la progressione, quindi si china dabbasso e poi sguscia di lato, piazzando poi un Makikae alternativo che lo porta a ritrovare la presa utile. Tokitenku non demorde, si riavvicina centralmente, dà battaglia e riprova il Makikae che sorprende ancora Hakuho, abile però a replicare di nuovo. I due girano attorno l'uno all'altro, mentre la gente scroscia in applausi entusiasti ma Hakuho, veloce nello spostamento, si sposta verso nord e lancia la proiezione mancina esterna nel momento stesso in cui Tokitenku replica con la presa destra interna, mai persa. I due rimangono in bilico su di una gamba per una frazione di secondo, poi si torcono verso il basso e precipitano fuori dal Dohyo. Fatale, però, una mano di Tokitenku, la sinistra, che viene poggiata malauguratamente sul terreno fuori dal cordolo prima che i due finiscano addosso allo Shimpan del versante est, seppellendolo. Ha vinto Hakuho (8-0) per Uwatenage (due foto in alto) ma dobbiamo dire che mai nessuno negli ultimi due, tre tornei lo ha mai impegnato così duramente come Tokitenku oggi (5-3). Applausi sinceri ad entrambi. Oggi, con la caduta del gigante bulgaro Kotooshu, sono solo in tre a rimanere primi in Zensho, cioè Hakuho ed i due scudieri Kakuryu ed Homasho, tutti ovviamente in Kachi-Koshi ma se Kotooshu evita di crollare psicologicamente, l'Ozeki può ritenersi ancora in gioco fino al Senshuraku.

Est
Kimarite
Ovest:

E-M15 Bushuyama 3-5
yorikiri
W-J5 Kasugao 6-2*

E-M11 Takekaze 4-4
tsukiotoshi
E-M13 Homasho 8-0*

W-M16 Shotenro 2-6
okuridashi
W-M11 Takamisakari 5-3*

E-M10 Mokonami 5-3*
yorikiri
W-M12 Kokkai 4-4

W-M15 Hokutoriki 4-4
oshidashi
W-M10 Tosayutaka 3-5*

E-M9 Shimotori 3-5
yorikiri
E-M12 Gagamaru 4-4*

E-M16 Tamaasuka 3-5
yorikiri
W-M9 Kakizoe 2-6*

E-M14 Tamawashi 3-5*
oshidashi
W-M8 Yoshikaze 1-7

W-M13 Kimurayama 4-4
yorikiri
W-M7 Tokusegawa 5-3*

E-M7 Wakanosato 4-4
uwatenage
W-M2 Aminishiki 4-4*

E-M2 Aran 4-4*
yorikiri
W-M1 Asasekiryu 0-8

E-S Kisenosato 6-2*
hatakikomi
E-M1 Tochiozan 4-4

W-K Tochinoshin 2-6*
uwatenage
W-S Kotoshogiku 3-5

E-O Kotooshu 7-1
sukuinage
E-M6 Kakuryu 8-0*

E-K Hakuba 2-6
yorikiri
W-O Harumafuji 4-4*

E-O Baruto 5-3*
oshidashi
W-M4 Kitataiki 2-6

E-M3 Kyokutenho 3-5
yorikiri
W-O Kaio 6-2*

E-Y Hakuho 8-0*
uwatenage
W-M3 Tokitenku 5-3

Nessun commento: