lunedì 6 settembre 2010

HAKUHO A BRIGLIA SCIOLTA


Anche se non potremo commentare l'ormai prossimo Aki-Basho, causa ferie (proprio in Giappone, per altro) il vostro oste vi lascia con una rapida carrellata di info. Hakuho ha cominciato proprio il giorno 1 settembre la sua rassegna di Keiko, affrontando ben 30 bouts contro rikishi minori all'interno della sua scuderia. A fare scalpore, tuttavia, non è stato l'esito scontato degli stessi ma il commento rilasciato dallo Yokozuna in merito alla decisione dell'NHK, l'emittente sportiva che trasmette i Basho di Sumo, di non trasmettere più i tornei. Secondo Hakuho questa decisione (intrapresa anche a causa del rischio che uomini della Yakuza mandino messaggio ai loro boss in carcere apparendo tra gli spalti, cosa già avvenuta e scoperta in passato) rischia di distruggere la popolarità del Sumo e chiudere definitivamente le porte a questa storica disciplina. Le parole dello Yokozuna, a dire il vero, hanno fatto riferimento addirittura alla "fine della nazione", forse intesa come libertà ma di certo non possono non essere prese in considerazione, poichè se è vero come è vero che il Sumo sta calando molto come presa sul pubblico giapponese, è anche vero che senza TV il Sumo stesso non avrà più chance di risalire ed anzi scomparirà del tutto, di qui a breve.

Il giorno 2 settembre, per altro, Hakuho, in onore del grande Wakanohana I, deceduto nella stessa notte, ha deciso invece di porgere diversi inchini ed omaggi all'ex campione, definito dal campione mongolo come una persona gentile fuori dal Dohyo ma come un vero diavolo sul Rakida. Nei suoi bouts, per altro, Hakuho ha voluto provare diversi Yobimodoshi (nell'immagine) la vecchia Kimarite tipica di Wakanohana (che sarebbe poi una proiezione portata con un abbraccio interno sul costato a fare da contraltare ad una presa ferrea esterna sul Mawashi rivale) come ad omaggiare la memoria del grande estinto. "Avrei voluto incontrarlo un'ultima volta" ha sostenuto Hakuho, che del resto lo incontrò da adolescente durante una trasferta di Wakanohana in Mongolia. L'ultimo incontro, invece, avvenne tre anni or sono, in occasione della promozione a Yokozuna di Hakuho, che nell'occasione ricevette simpatici buffetti affettuosi da parte dell'ormai vecchio campione.

Il giorno 3 Hakuho se l'è vista contro Harumafuji in quel dell'Isegahama-Beya. Non è dato sapere l'esito dei loro match, che comunque pare siano stati pochi, ma i presenti hanno riportato comunque la condizione dello Yokozuna per particolarmente brillante. Come sempre, del resto.

Per la cronaca: ieri, giorno 5, a chi gli chiedeva delucidazioni sulle sue dichiarazioni in merito alla volontà dell'NHK di non trasmettere più i Basho di Sumo, il campione ha ribadito che a suo parere, anche se tali decisioni spettano solo all'emittente, questa scelta è un errore che costerà caro al Sumo ed al Paese tutto.

2 commenti:

Andrea ha detto...

Beh, come non si può essere d'accordo con Hakuo? Mi pare abbastanza strano, poi, che la motivazione sia quella addotta.. al di la' che mi parrebbe più logico impedire ai boss in carcere di vedere il torneo, temo piuttosto che l'emittente abbia deciso di "tagliare" un "prodotto" che ormai non è più molto remunerativo. Non credo che il Giappone sia un'isola felice al riparo da queste logiche di mercato. Certo, togliendo il Sumo dalla TV, il risultato nel medio periodo sarà di toglierlo dai cuori e dalle menti delle persone, ergo farlo morire. Bah.

Pippooshu ha detto...

Effettivamente non se ne capisce la logica. Probabilmente gli ascolti sono bassi ma tagliando il Sumo dalla Tv, questo è certo, il Sumo morirà...