domenica 27 settembre 2009

15: 24!





Senshuraku. Ultima giornata di questo Aki-Basho in salsa Yokozuna. Oggi si conclude il torneo e dopo lo scontro diretto tra Yokozuna sapremo a chi verrà assegnato lo Yusho. Nel frattempo, però, ci sono ancora dei verdetti da assegnare, come i Koshi di Kaio, Kisenosato e Aminishiki, rispettivamente Ozeki, Sekiwake e Komusubi, ma anche alcuni verdetti minori come quelli che andiamo a descrivere.

Nel primo match del Senshuraku, Kokkai guadagna il suo Kachi-Koshi sul filo di lana e doma l'attacco di Kimurayama, J2 (9-6) con un repentino spostamento di lato che gli consente di colpire in contro-tempo con Uwatedashinage (8-7). Kokkai ce l'ha dunque fatta e sarà ancora Makuuchi in quel di novembre. Forse non lo sarà, invece, il vecchio Tochinonada (4-11) che vince oggi con elegante Shitatedashinage su Tosayutaka (6-9) ma forse non riuscirà ad elevarsi oltre lo scalino che lo dividerà dai Juryo.

Progressione felice, quella di Toyohibiki, che aggancia in doppia presa Kasugao (6-9) e lo trasporta all'indietro con Yorikiri ruspante (6-9). Sempre per Yorikiri è Shimotori (6-9) a prevalere su Masatsukasa (7-8) e costringerlo al Make-Koshi. L'M8 attacca Masatsukasa dal fianco, declinando sulla sinistra la propria direttrice ed arrivando meglio in presa. Masatsukasa si difende alla disperata, ritrova il fronte della difesa, ma sullo strappo finale di Shimotori (4-11) deve cedere per Yorikiri, nonostante la strenua difesa sul Tawara.

Tamaasuka (6-9) attacca come un bulldozer la difesa troppo statica di Iwakiyama (8-7) e lo trasporta all'indietro con una spinta poderosa. Iwakiyama declina l'arretramento per sbilanciare l'attacco di Tamaasuka ed in parte ci riesce ma, nonostante lo scivolone in avanti, Tamaasuka riesce a spingere fuori dal Dohyo "Flat Face", vincendo per Oshidashi.

Takamisakari, dopo il consueto show che tanto piace al pubblico edonese, scatta in avanti abbassando molto le ginocchia, ma senza piegare il busto, cosa che lascia a Tochiozan, più flessuoso, la possibilità di agganciarlo in Morosashi e quindi scrollarlo con un contro-Yorikiri. Pochi passi, dunque, e Tochiozan (11-4) si prende il punto della vittoria su "Robocop" Takamisakari (6-9). Score molto buono, quello di Tochiozan, anche se bisognerà vedere se il ragazzo della Kasugano saprà confermarsi tra i ranghi più alti in quel di novembre, visto che in questi casi Tochiozan è solito cedere.

Aran contro Bushuyama. Dopo un primo, grossolano Matta di Bushuyama, Aran evita l'attacco del suo rivale scartando subito sulla destra, con un Henka piuttosto evidente, e quindi allunga il destro da lontano per favorire la caduta in avanti di un Bushuyama comunque destinato coi palmi sul Rakida. Punto un pò vile del russo (7-8) comunque in Make-Koshi, sul povero Bushuyama (10-5) autore comunque di un ottimo torneo dopo una brutta partenza.

Altro verdetto di oggi, dopo quello favorevole di Kokkai e quello negativo di Masatsukasa, sarà quello di Homasho. All'M6 viene contrapposto Hokutoriki, M14 autore di un eccellente torneo ma già salvo dall'alto del suo buonissimo 10-4. Il Torikumi, insomma, non è stato fatto certo per danneggiare Homasho! Ma il nervosismo provoca un Matta dello stesso Homasho, tanto che sulla replica buona l'M6 rimane piantato e si lascia bruciare nettamente dalla rincorsa di Hokutoriki (11-4) che porta le braccia sul volto di Homasho, come suo solito, e aggredisce l'avversario sino a fletterlo sul Tawara. Purtroppo la difesa estrema dell'M6 non ha modo di reggere all'infinito e deve quindi cedere per Oshidashi, finendo in Make-Koshi (7-8). Peccato per questa inattesa battuta d'arresto del buon Homasho.

Sfida alquanto vacua è quella tra i due deludenti Asasekiryu e Futeno. Matta di Asasekiryu, dopodichè il mongolo attacca per primo, ma senza trovare il bandolo della manovra, tanto è abile Futeno a difendere con un bel lavoro di braccia e filtrare in Hidari-Yotsu. Asasekiryu, però, non demorde e con un bel passaggio destro filtra a sua volta in Migi-Yotsu, trovando una sorta di Morosashi con la presa mancina molto alta sul costato di Futeno, il quale deve cedere per Yorikiri sino alla sconfitta. 6-9 per Asasekiryu, quindi, e precipizio netto di Futeno sul 5-10, certamente tra i Juryo in quel di novembre.

Wakanosato contro Takekaze. Wakanosato aspetta l'attacco di "Jabba" come per piazzare un Hatakikomi, ma Takekaze non lascia troppo spazio tra i corpi e pressa il suo rivale a gambe ben divaricate, con passetti laterali veloci ma circospetti. Wakanosato, quindi, deve cambiare tattica e cerca di respingere l'avversario a braccia alte, finchè Takekaze (9-6) scarta a sua volta e con un guizzo improvviso beffa Wakanosato (10-5) con Hikiotoshi.

Ultima partita della prima parte di gare è quella tra i già premiati Goeido e Kakizoe, noti per la freneticità e la discreta qualità del loro Sumo, generalmente più fumoso nel caso di Kakizoe e più astuto nel caso di Goeido. Ancora un Matta, di Kakizoe, dopodichè il "bisontino" entra con il sinistro basso in gancio nella difesa di Goeido e cerca di costruire la manovra vincente. Goeido (10-5) si difende con difficoltà, ma scrollando per bene il busto riesce a portare il braccio dietro al collo del rivale e portare un Kubinage in arretramento, mossa con la quale sbilancia un Kakizoe troppo sospinto in avanti (9-6) e quindi lo lascia cadere in terra.

Ed eccoci al momento delle sfide tra i big del Dohyo! Si riprende col verdetto di Tokitenku, chiamato a decidere oggi delle sue sorti sportive contro Yoshikaze. Il mongolo Tokitenku bada a tenere le distanze dall'attacco di "Yoshi", porta qualche manata molto lunga e quando il suo avversario prova ad avanzare, lui si sposta sulla destra e porta una manata dietro la nuca di Yoshikaze (9-6) abbattendolo con Hikiotoshi e prendendosi il punto astuto e tutto sommato meritato del Kachi-Koshi (8-7). Come vedremo, nonostante uno score appena sufficiente, il mongolo Tokitenku potrebbe clamorosamente rientrare in corsa per il passaggio a Komusubi.

Sfida senza molto da dire è invece quella tra i plurisconfitti Shotenro e Mokonami. Hidari-Yotsu decisamente più consistente da parte di Mokonami (5-10) che però non ha spinta sulle gambe e non riesce a progredire in avanti. Shotenro declina leggermente sul busto, arretra di un paio di passi, poi cambia presa ma viene seguito in questo dallo stesso Mokonami, tanto che i due si ritrovano appaiati in Migi-Yotsu. Pochi istanti di stallo, dopodichè è ancora una volta Mokonami il più pronto a portare la proiezione col sinistro esterno in Uwatenage e mandare Shotenro KO con lo score di 2-13. Incredibile ma vero, uno dei due soli punti conquistati dal mongolo è stato ottenuto contro Hakuho e potrebbe costare lo Yusho dello Yokozuna!

Kyokutenho contro Miyabiyama vuol dire esperienza ma anche declino fisico e dinamico, a voler ben osservare quest'ultimo Basho. Il loro match, però, è bellissimo perchè Miyabiyama inaspettatamente dà spettacolo, prima con un Tachi-Ai assolutamente perfetto, col quale urta l'avversario frontalmente e allo stesso tempo filtra in Hidari-Yotsu, dopodichè portando gli attacchi con un'aggressività che stordisce Kyokutenho, pressato sino allo stremo. Il mongolo replica scartando col busto ma, nonostante qualche piccolo sbilanciamento, Miyabiyama non cede ed anzi si riporta in avanti cercando la spinta, senza mai lasciare la presa interna mancina. Kyokutenho, allora, pur arretrando in circolo cambia presa, passando dall'esterno all'interno, ma viene replicato dallo "sceriffo" che fa altrettanto e spinge ancora. Kyokutenho, quindi, viene portato sul lato nord del Dohyo dove stavolta scarta con maggiore veemenza e ritrova il centro del Dohyo. Portato sull'esterno, dunque, Miyabiyama cede sulla spinta successiva del mongolo e finisce disarcionato giù dal Dohyo, sotto il peso dell'M2. Il Gyoji chiama gli Shimpan per un Mono-Ii che alla fine del loro consulto stabilisce la vittoria di Kyokutenho (5-10) per Yoritaoshi su Miyabiyama (4-11). Povero "sceriffo"...se avesse combattuto sempre così!

Sfida poco importante risulta quella tra Tochinoshin e Tamanoshima. Più pronto Tamanoshima (5-10) che spinge centralmente e brucia sul tempo Tochinoshin (4-11) pressato stretto e costretto a capitombolare giù dal Dohyo con Oshidashi.

Ed eccoci ai Sanyaku! Questo è il momento dell'importante verdetto del Komusubi Aminishiki, contrapposto all'eccellente Kakuryu. Il mongolo poggia subito le mani sulle spalle di Aminishiki, per impedirne il Tachi-Ai veloce, dopodichè controlla la manovra spostandosi lateralmente. Aminishiki non forza l'attacco, piazza qualche manata e attacca in ritardo nel momento in cui Kakuryu è posizionato molto sull'esterno, a nord-ovest del Dohyo. Spinta frontale, dunque, ma Kakuryu scarta con un guizzo fulmineo proprio quando si trova sul Tawara e costringe il Komusubi a crollare in avanti, sconfitto per Hikiotoshi e costretto al mesto Make-Koshi (7-8) che gli costerà la poltrona dei Sanyaku, sicuramente in luogo proprio di Kakuryu (11-4) o di un Sekiwake retrocesso.

A proposito di Sekiwake retrocessi: Kotoshogiku affronta Toyonoshima. "Toyo" flette molto il busto e lo declina sulla sinistra, così da entrare in contro-tempo dentro la guardia di Kotoshogiku lanciato sul Tachi-Ai. Toyonoshima, dunque, forza con molti strappi il suo Yorikiri ma subisce la sterzata finale di Kotoshogiku, che lo costringe a cadere in avanti, sebbene forse un attimo dopo il crollo del Sekiwake stesso. Il Mono-Ii chiamato dal Gyoji ci dà ragione perchè gli Shimpan danno la vittoria proprio a Toyonoshima (7-8) per Yoritaoshi su Kotoshogiku (6-9) che a questo punto potrebbe finire addirittura fuori dai Sanyaku. Kakuryu gongola.

Sfida fondamentale quella tra Kisenosato e Baruto. Il Komusubi estone è al sicuro con uno score da vera eccellenza, ma Kisenosato necessita della vittoria per prendere il KK ed evitare il MK. Kisenosato scatta in avanti e piazza il Nodo-Wa sotto il collo di Baruto, impedendone la discesa in presa. Kisenosato, dunque, gira attorno al gigante della Onoe e lo spinge con Oshidashi, portando fuori equilibrio Baruto che però, con una manovra da vero fenomeno, gira su se stesso, agguanta al volo il braccio proteso di Kisenosato, sposta la presa sul suo Mawashi e quindi lo lancia via, piroettando verso il lato est del Dohyo e spedendolo tra le prime file del pubblico e quindi in Make-Koshi (7-8)! Kisenosato retrocederà certamente nel rango di Komusubi, quindi, lasciando che Baruto (12-3) e Kakuryu (11-4) diventino i nuovi Sekiwake.

Altro verdetto importante è quello di Kaio, chiamato al punto del KK contro Kotomitsuki! Il ragazzo della Sadogatake sul Tachi-Ai attende un attimo in più del rivale e poi porta il Nodo-Wa che fiacca l'attacco di Kaio, il quale però non molla la pressione sull'avversario e va in presa interna destra, replicata da quella medesima di Kotomitsuki. I due rimangono in presa per un attimo, dopodichè è Kaio il più veloce a spostarsi lateralmente e lanciare la proiezione con la presa esterna, facendo crollare Kotomitsuki (9-6) con Uwatenage. Bravo Kaio (8-7) abile nel forzare la manovra e velocizzarla quando ce n'è stato bisogno, prendendosi quindi il punto del Kachi-Koshi e riteniamo senza bisogno di Yaocho.

Kotooshu contro Harumafuji. Il Tachi-Ai di Harumafuji è molto prono e lanciatissimo, tanto che centra con una testata il torace di Kotooshu e lo costringe a retrocedere. Kotooshu, però, è abile nel lanciare subito la doppia presa lungo il Mawashi del rivale e trascinare Haruma sotto il proprio petto, schiacciandolo sotto il corpo. Haruma (8-7) rimane bloccato in una posizione praticamente impossibile e Kotooshu, dopo un breve stallo, lo sposta sul fianco, abbattendolo con Uwatenage (9-6). Finalmente una buona prova di questo Kotooshu declinante, anche se ormai era praticamente inutile.

Ed eccoci al momento dei momenti. Dopo una pioggia di sponsor, tra cui, da questo torneo, l'occidentalissimo Mc Donald, i due lottatori sono pronti al via! Lo sguardo di Asashoryu sembra meno profondo e più sfuggente di quello di Hakuho, tanto che lo Shikiri-Naoshi sembra dipingere un Hakuho più deciso...e così è! Sul Tachi-Ai Asashoryu, di cui oggi è il compleanno, è nettamente sorpreso dallo scatto di Hakuho, che gli piomba addosso di rincorsa con una spallata portentosa e lo sposta all'indietro. La manovra di Hakuho è dunque veloce e pressante perchè il campione della Miyagino si riporta subito frontalmente sull'avversario, ormai ridotto sul Tawara ad ovest del Dohyo, e lo afferra con Migi-Yotsu in Yorikiri, sconfiggendolo prima ancora di schiantarlo al tappeto con Uwatenage mancino (14-1). Asashoryu (14-1) sorpreso ed incredulo, si guarda attorno attonito mentre il pubblico impazzisce, ma deve prendere atto forzatamente di essersi lasciato sorprendere come un pivellino sul Tachi-Ai, costringendosi dunque al Kettei-Sen! Asashoryu deve riprendere fiato e concentrazione durante la pausa nella Shitaku-Beya e non sarà facile dopo lo shock subìto. Hakuho, di contro, sull'onda lunga dell'enfasi potrebbe capovolgere il pronostico, già abbastanza sconvolto dalla sua partenza lampo, e quindi riprenderà il confronto finale con il favore del pronostico. Come dire: in un attimo tutto è cambiato, amici miei! Stavolta, però, lo sguardo di Asa non si abbassa e si vede chiaramente che il "Dragone blu" è molto deciso e convinto di sè. Pronti, via... e stavolta Asashoryu, non a caso, scatta come un fulmine ed afferra in presa bassa il suo rivale, girando subito la posizione sulla sinistra. Hakuho va in difficoltà perchè Asa si muove ancora e lancia subito una proiezione che declina Hakuho verso sud ma non riesce a dargli seguito, permettendo così ad Hakuho, abilissimo, di scattare all'indietro e riportarsi a centro Dohyo. Asasahoryu allora affonda frontalmente, abbassa la schiena per impedire una presa decisa di Hakuho e va col capo sul ventre del rivale, che cerca di schiacciarlo. Asa si muove molto, riallontana il capo e cerca dunque una presa più alta sul contro-pressing dell'avversario, per evitare che Hakuho faccia valere la sua mole, schiacciando dabbasso Asashoryu. Il "Dragone blu" pressa il rivale saltellando sulla destra, ma stavolta la sua doppia presa si fa ferrea sul costato di Hakuho, che cerca di spostarsi in circolo per sbilanciare Aasahoryu ma non ce la fa. Asa, infatti, è letteralmente indemoniato e conduce sempre il bandolo del match fino al doppio Sukuinage con cui chiude la partita (due foto in basso)! La prima proiezione scoordina leggermente Hakuho ma non lo beffa, la seconda, ancora più pressante, spedisce invece Hakuho sul terreno, prima di finirgli sopra a sua volta! Ed è Yusho! Asashoryu ha preso il suo grandioso 24°Yusho! 24...come titolerebbe una celeberrima serie televisiva, ma con meno suspence di questo gran finale sportivo!

Un commento finale? In un torneo tornato a livello di "Ozeki zero", o quasi, gli Yokozuna dominano la scena con due Basho di assoluto rilievo. Sorprende Asashoryu, che recupera in tempo dai suoi infortuni e miete successo dopo successo grazie ad una condotta sempre molto aggressiva e tonica; persino sorprendente, diremmo senza ipocrisie. Solo in un'occasione Asa manca di accento ed è proprio nell'occasione peggiore, cioè in quel Senshuraku dominato da Hakuho con un Tachi-Ai decisamente più brillante. Nell'occasione Asashoryu, con la consueta intervista post-Basho, ha affermato di essere stato vinto dall'emozione che gli ha trattenuto i movimenti, segno evidente che il campione mongolo ha ulteriore voglia di vincere e nessuna intenzione di smettere, visto che questa disciplina sa regalargli ancora tante emozioni a quattro Basho dal suo ultimo Yusho. Di contro anche Hakuho lascia impressione favorevole grazie al suo Sumo fatto di stazza e costruzione imponenente della manovra. Cede solo a Shotenro, Hakuho, in una battuta a vuoto che in fin dei conti gli costa il torneo, ma per il resto conduce i bouts nella sua consueta maniera, una maniera fatta di fisicità e soprattutto freddezza, anche nelle occasioni difficili, come ad esempio contro Kakuryu, Kotomitsuki e come giustamente osservato nella nostra intervista rilasciata dal suo ex collega e connazionale, Kyokutenzan. Asashoryu ha vinto proprio nel giorno del suo compleanno, dunque, e come regalo si è fatto questo Yusho, il 24°della sua ineguagliabile carriera; un trofeo che risalta ancora di più dopo le brutte parole rilasciate dalla solita Makiko Uchidate, la quale non più di due giorni fa aveva sferzato lo Yokozuna della Takasago-Beya con parole molto sprezzanti e certamente inopportune, soprattutto visto il momento topico in cui sono state rilasciate. La battuta d'arresto, nel caso in questione, è stata certamente quella della focosa Uchidate, diremmo, ben più che di Asashoryu, tipo un pò rozzo e poco incline alle etichette ma certamente dotato di inarrivabile qualità. Asashoryu prende dunque la Coppa dell'Imperatore dalle mani del nuovo premier nipponico (e deve farlo con uno scatto repentino, prima che al primo ministro cada il trofeo dalle mani per il troppo peso: due foto in alto) guadagnandosi il trionfo che merita pienamente. Che altro dire? In quest'epoca di doppio scranno e di doppia Tsuna, possiamo già ufficializzare il passaggio a nuovi Sekiwake di Baruto, Komusubi durante questo Aki-Basho, e Kakuryu, che da M3 ritornerà certamente a Sekiwake, approfittando del vuoto lasciato dai due attuali "campioncini" Kisenosato e Kotoshogiku, retrocessi, ma anche quello degli M1 e degli M2 (Miyabiyama, Tochinoshin, Shotenro e Kyokutenho hanno tutti fallito malamente) nonchè dell'altro M3 (Tamanoshima). Kisenosato, per sua fortuna, arresterà la sua caduta al rango di Komusubi, rimanendo Sanyaku, mentre Kotoshogiku dovrebbe in teoria crollare sino al rango di M1, essendo finito in passivo di due punti, lasciando probabilmente all'M4 Tokitenku o più probabilmente all'M5 Goeido il trono di nuovo Komusubi. Per entrambi sarebbe un gradito ritorno...mentre Chiyotaikai, di nuovo in Kabodan, è ormai giunto al momento delle decisioni importanti.

Est
Kimarite
Ovest:

E-M14 Kokkai 8-7*
uwatedashinage
E-J2 Kimurayama 9-6

E-M10 Tosayutaka 6-9
shitatedashinage
W-M12 Tochinonada 4-11*

W-M11 Kasugao 6-9
yorikiri
W-M9 Toyohibiki 6-9*

E-M16 Masatsukasa 7-8
yorikiri
W-M8 Shimotori 4-11*

E-M8 Iwakiyama 8-7
oshidashi
E-M13 Tamaasuka 6-9*

E-M12 Tochiozan 11-4*
yorikiri
W-M7 Takamisakari 6-9

E-M7 Aran 7-8*
hatakikomi
W-M10 Bushuyama 10-5

W-M14 Hokutoriki 11-4*
oshidashi
W-M6 Homasho 7-8

E-M6 Asasekiryu 6-9*
yorikiri
W-M15 Futeno 5-10

W-M13 Wakanosato 10-5
hikiotoshi
W-M5 Takekaze 9-6*

E-M5 Goeido 10-5*
kubinage
E-M11 Kakizoe 9-6

E-M15 Yoshikaze 9-6
hikiotoshi
W-M4 Tokitenku 8-7*

E-M2 Shotenro 2-13
uwatenage
E-M9 Mokonami 5-10*

W-M2 Kyokutenho 5-10*
yoritaoshi
W-M1 Miyabiyama 4-11

E-M1 Tochinoshin 4-11
oshidashi
E-M3 Tamanoshima 5-10*

W-M3 Kakuryu 11-4*
hikiotoshi
W-K Aminishiki 7-8

E-M4 Toyonoshima 7-8*
yoritaoshi
W-S Kotoshogiku 6-9

E-S Kisenosato 7-8
uwatenage
E-K Baruto 12-3*

W-O Kaio 8-7*
uwatenage
W-O Kotomitsuki 9-6

E-O Kotooshu 9-6*
uwatenage
E-O Harumafuji 9-6

E-Y Hakuho 14-1*
yorikiri
W-Y Asashoryu 14-1

Kettei-Sen:

E-Y Hakuho
sukuinage
W-Y Asashoryu*

Nessun commento: