domenica 4 luglio 2010

LA RESA DEI CONTI


Ufficiale. Nonostante il ministero dell'educazione e dello sport giapponese sia piuttosto infastidito per il fatto che il Kyokai non abbia fatto un repulisti generale come gli si chiedeva e nonostante una speciale commissione di avvocati e specialisti, di cui vi abbiamo parlato, avesse dato pareri piuttosto severi, l'Associazione di Sumo giapponese, il Nihon Sumo Kyokai stesso, ha ufficializzato pochissimi provvedimenti; i seguenti: l'Ozeki Kotomitsuki e l'Oyakata Otake sono fuori. Out. Gli è stato concesso di dimettersi (Kaiko) in modo da evitare il disonorevole licenziamento ma oltre all'abbandono dell'attività gli verranno comunque comminate delle pene pecuniarie e resterà da vedere se si tratterà di decurtare semplicemente la buonuscita dovuta ad ogni campione che giunge all'Intai oppure di imporre una multa extra.

Ci sono però altre punizioni da distribuire. L'Oyakata Tokitsukaze è stato penalizzato di un livello per 5 anni, cosicchè da membro del Riji-Kai verrà declassato a semplice membro anziano dell'Associazione mentre ancora più pesante sarà la punizione comminata all'Oyakata Ounomatsu, che verrà declassato di ben due livelli (sarà membro semplice) addirittura per 10 anni. Verranno inoltre decurtati del 30% i loro stipendi per i mesi di luglio ed agosto (Kyoyo Genkaku).

Sospensione (Shutsujo Teishi) per i rikishi Wakakoyu, Miyabiyama, Toyonoshima, Goeido, Toyohibiki, Okinoumi ed il Juryo Daido. Alla fine è uscito anche il nome di Hakuho che però ha ammesso di aver fatto solo una partitina o due di Mahjong in circa sei mesi. Niente di chè, nulla di grave, per cui lo Yokozuna se l'è cavata con una reprimenda verbale ed un avvertimento a prestare maggiore attenzione circa i suoi futuri passatempi.

Che dire? Se le punizioni si fermeranno a questo, allora possiamo dire che lo scandalo del toto-scommesse avrà fatto solo due grandi vittime, Kotomitsuki e l'Oyakata Otake (nella foto) ma tutto sommato avrà preservato il resto dei suoi protagonisti ed il Sumo stesso. Che il ministero apprezzi o meno, questa tattica potrebbe essere stata usata appositamente per evitare il crollo del Sumo e quella del ministro giapponese potrebbe (uso il condizionale) essere stata solo una bella recita. Si salva la faccia politica mostrando i denti ma si permette al Kyokai, smarcato, di cavarsela con tanto disonore ma pochi danni concreti. Una scelta saggia, forse...fino allo scoppiare del prossimo scandalo.

4 commenti:

Andrea ha detto...

Visto tutto il rumoreggiare fatto mi sembra tanto che si sia di fronte ad un caso non dissimile dai nostri scandali calcistici. Ok, due "teste di serie" sono cadute, ma da quanto ho capito non c'era proprio nulla da fare per salvarli.
Come dici, potrebbe essere stata una buona soluzione per salvare il movimento al costo di una figuraccia solenne, ma da un altro punto di vista potrebbe essere stata un'ottima occasione persa per fare un bel repulisti.

Venendo al banzuke e con tutti il rispetto per Kaio, speriamo (per i rikishi giapponesi) in bene dai sekiwake...

Andrea ha detto...

Nooooooooooooooooooooooooo Iwakiyama Juryo 2 ?!?!?!? Un buobn motivo per seguire il torneo Juryo! :)

Pippooshu ha detto...

Per altro c'è un'altra cattiva notizia...il Kyokai ha negato la diretta streaming del Nagoya-Basho (info su sumo forum) e non si capisce per quale logica...non so proprio come farò a fare il mio report!

Andrea ha detto...

Evviva... :( :( :(
Sono curioso di sentire le motivazioni.. non sarà mica per la faccenda degli yakuza gesticolanti coinvolti in qualche intrigo internazionale? Però che cavolo.. è assurdo che nel 2010 non si riesca a seguire un evento anche se avviena dall'altra parte del mondo.