martedì 25 settembre 2012

15: TSUNAYUSHO!

 
A due gioni dall'evento ci troviamo a commentare il grandioso successo di Harumafuji. Ebbene si, Harumafuji, l'ex Ozeki una volta noto col nome di Ama, vince il suo secondo Zensho-Yusho consecutivo, guadagna il quarto Yusho della sua carriera Makuuchi e diventa ufficialmente il 70° Yokozuna della storia del Sumo giapponese, portando ancora una volta la Mongolia in vetta all'Olimpo del Sumo, o per meglio dire in cima al Fuji-yama, tra gli dei di questa semi-mitologica disciplina onorata dallo Shinto. Iniziamo a celebrare il tutto con le parole già riportate sul sito di Sumo.it dal sapiente Pierfranco Spaziani, un'autentica autorità italiana nel campo, che così scriveva pochi giorni or sono:
 
"Harumafuji è da oggi, ufficialmente, il settantesimo Yokozuna nella storia del Sumo, risultato raggiunto con una serie di prestazioni eccellenti che lo hanno portato a compiere un’impresa davvero storica. Il bout odierno, o meglio la battaglia con Hakuho, ha decretato la supremazia assoluta di Haruma sullo Yokozuna, trattandosi della terza vittoria consecutiva e del secondo Zensho Yusho di fila. Tanta emozione e grande soddisfazione sul viso del nuovo Yokozuna, ammirato anche da Asashoryu, presente a Tokyo in gran forma e lungamente applaudito dal pubblico (ultime foto in basso). Si tratta del terzo Yokozuna mongolo in dieci anni, un lasso di tempo straordinariamente lungo nel Sumo e che conferma sempre più, qualora ve ne fosse bisogno, la superiorità dei pronipoti di Gengis Khan. Per i giapponesi esteti del Sumo è un momento di godimento spirituale, mentre per i tifosi si manifesta l’ennesima delusione per l’assenza di un talento indigeno capace di primeggiare tra i nuovi dominatori del sumo".

 
Eh si, perchè con l'aggiunta del match vinto nel Senshuraku dell'ormai lontano Natsu-Basho 2012, i successi consecutivi di Harumafuji diventano 31, un'autentica catena d'oro composta da tanti anelli vittoriosi di rilucente magnificenza tecnica, come l'ultimo, vincente nel confronto diretto e per Shitatenage, contro l'attuale Yokozuna Hakuho. Congratulazioni all'ormai ennesimo Yokozuna mongolo, dunque, che ha vinto un match incredibilmente lungo e tirato in cui, nonostante un provvidenziale Makikae con cui ha corrisposto al momentaneo Morozashi di Hakuho, Haruma ha rischiato anche lo sbilanciamento all'indietro per Uwatenage, salvo riuscire a rientrare in grip ed abbarbicarsi in presa classica, molto lungo e disteso con la schiena e col capo sotto il mento dello Yokozuna, quindi più adatto a penetrare nella difesa rivale. Hakuho, più sollevato col corpo, ha controllato a lungo, ha forzato la mano stringendo la sua poderosa morsa, tentando persino un Sotogake che è stato forse il segno di un disorientamento tecnico-tattico ma alla fine è stato proprio il destro dello Tsunatori a lanciare lo spostamento finale con cui, con enorme sforzo fisico, Ama ha ruotato lo Yokozuna intorno a sè, costringendolo a saltellare su di una gamba sino al KO finale. Harumafuji cade in terra a sua volta e si mostra esausto ma è toccante la sua commozione nel momento in cui l'ormai ex Ozeki bacia il Rakida e poi piange qualche lacrima di gioia quando afferra il premio-partita. Davvero complimenti, Harumatsuna! Lascio al Torikumi qui sotto l'analisi degli ultimi risultati inerenti gli Hoshi degli ultimi rikishi rimasti in bilico, tra cui spicca certamente il Kachi-Koshi del Sekiwake Goeido (8-7) per Yorikiri sul vecchio Kyokutenho.

 
East kimarite West
E-M16
Takanoyama
6-9
oshidashi W-J3
Jokoryu
11-4
W-J5
Sotairyu
6-9
oshidashi W-M15
Sadanofuji
5-10
E-M13
Asasekiryu
8-7
yorikiri E-M14
Asahisho
8-7
E-J3
Chiyonokuni
10-5
tsukidashi W-M12
Takarafuji
5-10
E-M12
Chiyotairyu
6-9
yorikiri W-M14
Kimurayama
6-9
E-M15
Fujiazuma
8-7
tsukidashi W-M11
Wakanosato
7-8
E-M10
Yoshikaze
7-8
yorikiri W-M13
Tenkaiho
6-9
W-M9
Takayasu
10-5
oshidashi W-M6
Masunoyama
8-7
W-M10
Wakakoyu
6-9
tsukiotoshi W-M5
Takekaze
8-7
E-M5
Tochiozan
9-6
yorikiri W-M8
Okinoumi
11-4
E-M8
Daido
7-8
oshidashi W-M4
Toyohibiki
7-8
East kimarite West
W-M7
Shotenro
6-9
sukuinage W-M2
Gagamaru
4-11
E-M2
Aran
3-12
yorikiri E-M9
Kitataiki
6-9
E-M3
Homasho
9-6
yorikiri W-M1
Kaisei
7-8
E-M1
Shohozan
7-8
oshidashi W-M3
Toyonoshima
6-9
E-M7
Miyabiyama
5-10
yorikiri W-K
Tochinoshin
6-9
E-K
Aoiyama
4-11
hatakikomi E-M6
Tokitenku
6-9
E-M11
Kyokutenho
10-5
yorikiri W-S
Goeido
8-7
E-S
Myogiryu
10-5
tsukiotoshi E-M4
Aminishiki
10-5
W-O
Kakuryu
11-4
oshidashi W-O
Kisenosato
10-5
E-Y
Hakuho
13-2
shitatenage E-O
Harumafuji
15-0

Per la cronaca: dietro Harumafuji, primo in Zensho ed Hakuho, secondo con 13-2, arriva la coppia Kakuryu (11-4, vincitore per Oshidashi nel match finale contro il pari-rango Kisenosato, 10-5) ed Okinoumi (11-4) vincitore per Yorikiri addirittura su Tochiozan (9-6).

Nessun commento: