mercoledì 12 maggio 2010

4: HATAKIKOMAN





Chiamatelo Hatakikoman, come fosse l'uomo degli Hatakikomi. Parliamo del vecchio Kaio che con oggi, alla quarta giornata del Natsu-Basho, Yokka-mae, è riuscito nel piccolo record di centrare ben quattro Hatakikomi consecutivi uno dopo l'altro, realizzandoci, per altro, altrettante vittorie. Oggi è toccato a Kisenosato (3-1) Sekiwake in grande spolvero uccellato ancora una volta dalla tattica elusiva del decano targato Tomozuna (4-0: foto in alto). A rispondergli con score identico ed altrettanto immacolato c'è però "Big" Baruto, che opta per un Tachi-Ai piuttosto morbido ed un incomprensibile approccio frontale a braccia piegate sul torace di Tochiozan, che ringrazia ed entra subito in Hidari-Yotsu, costringendo l'Ozeki a fare altrettanto. Sulla posizione classica il Komusubi Tochiozan si piega leggermente meglio e cerca una prima spinta appena abbozzata ma Baruto incassa piegando il busto sul capo del rivale, come fa spesso e facendo dunque massa per ostruire la spinta avversaria. A questo punto Baruto passa al contrattacco e dopo un attimo di attesa porta il destro molto alto sull'esterno di Tochiozan, prima sotto l'ascella del giapponese e poi sotto, in aggancio sul Mawashi. Tochiozan viene leggermente sollevato, arretra, cerca di divincolarsi ma Baruto stacca il sinistro dalla fusciacca di Tochiozan (1-3) per passare l'arto sopra al costato del rivale e forzare una spinta laterale che abbatte il giovane avversario con Sukuinage. 4-0 anche per Baruto.

Vince però anche Kotooshu. Il bulgarone rimpiazza la sconfitta di ieri, contro un ottimo Tochinoshin, liquidando oggi lo "sceriffo" Miyabiyama (1-3). L'Ozeki europeo (3-1) sfrutta la lunghezza dei suoi arti per impedire il Sumo di posizione e Tsuppari al pesante avversario, dunque allunga la presa esterna e lancia la proiezione utile a liquidare Miyabiyama con Uwatenage. Liscio come da copione. Detto poi della vittoria spezza-crisi di Harumafuji (2-2) che con oggi raggiunge il pareggio di score grazie ad una bellissima proiezione esterna, sempre in Uwatenage, a danno di un Toyonoshima sempre più, lui si, in crisi vera (0-4) citiamo chi la crisi non la spezza per niente ed anzi vi annega sempre più: Kotomitsuki. L'Ozeki della Sadogatake-Beya (1-3) finisce col prenderle anche oggi, stavolta dal georgiano Tochinoshin che evidentemente contro i ragazzoni della Sadogatake si trova benissimo, tanto da andare a costruirsi la vittoria numero tre (3-1) con un ferreo Yorikiri a danno del Kotociccio (due foto in mezzo). Difficile dire cosa si sia guastato nella mente dell'Ozeki nipponico, un tempo capace di prestazioni qualitativamente altissime ma il Sumo di Kotomitsuki pare essersi ridotto ad assalti burrascosi senza arte nè parte. Ed a certi livelli queste cadute di stile non te le puoi proprio permettere, come il movimento elegante di Tochinoshin ha ampiamente dimostrato raggiungendo l'avversario dal fianco.

Chiuso il capitolo Ozeki, terminiamo la parentesi Sanyaku. L'altro Sekiwake, Aminishiki (2-2) cede sull'Oshidashi del sorprendente Kitataiki (2-2) che oggi ci mette il peso per menare l'assalto violento, atto a bruciare la capacità difensiva dell'avversario, che gli consente la vittoria ed il momentaneo pareggio di score. Cede Aminishiki, cede anche Kotoshogiku. Dopo i due Sekiwake e l'altro Komusubi, mancava solo lui, tra i non-Ozeki, a perdere la manches. E così è stato. "Giku" (2-2) subisce il guizzo bruciante di Kakuryu e cede completamente la fase difensiva, lasciando al rivale mongolo (1-3) la vittoria per Yorikiri.

Mancava Kotoshogiku e naturalmente lo Yokozuna! Hakuho allunga gli arti per raggiungere la difesa di un Homasho (0-4) che cerca il viatico nel movimento, quindi raggiunge l'avversario e lo spinge via con Oshidashi fino alla facile vittoria del momentaneo Zensho. Sul 4-0, per altro, oltre lo Yokozuna e gli Ozeki Baruto e Kaio, ci sono anche tre sorprendenti Hiramaku, cioè tre semplici Maegashira: Asasekiryu, Aran e Shimotori. Il primo dei tre, il mongolo Asasekiryu, eccelle ancora una volta nella tenuta del Dohyo, nell'ottima postura del corpo e nell'aggancio semi-laterale del suo avversario, Tokitenku (2-2) sconfitto con l'ennesimo "Dashinage" della collezione di Asasekiryu. Un Uwatedashinage, nel caso specifico. Il secondo della pattuglia è il russo Aran che invece si tiene ancora una volta sull'untuoso per beffare l'iniziativa del burrascoso Kakizoe (2-2) con Hatakikomi. Infine la piccola parentesi giapponese con Shimotori, che risale dalla modestia del suo M15 per colpire in Oshidashi un Takekaze sempre più in crisi e sconfiggere "Jabba" senza attenuanti (1-3). Si notino l'ottima performance di Mokonami (3-1) capace di uccellare niente poco di meno che Goeido (2-2) con Hatakikomi e quella di "Robocop" Takamisakari (3-1: oggi ha compiuto 34 anni) che batte il mongolo Koryu (1-3) con Yorikiri dopo una bella manovra atta ad agguantare l'arto proteso del rivale (foto in basso). Il vecchio Kyokutenho, concludiamo, raggiunge il pari (2-2) contro Tosayutaka (1-3) con Yorikiri, poi Hakuba va pure lui sul 3-1 con Tsukiotoshi contro il disastroso Wakanosato (0-4) e Tamawashi ottiene finalmente un punto grazie al buon Yorikiri portato a danno di Kokkai (1-3): nessuno dei due sconfitti appena citati, evidentemente, possiede più le capacità per tenere certi ranghi. Infine la solita nota in salsa cadetta: il pesante Juryo georgiano Gagamaru (1-3) cede sull'Hatakikomi di Chiyohakuho (2-2) mentre il bulgaro Aoiyama, Makushita 5, perde ancora (0-2) contro lo Yorikiri dell'ms 4 Yoshiazuma (1-1: prima o poi la crisi doveva arrivare anche per il giovane cannibale della Tagonoura). Il vecchio Jumonji (1-1) vince con Tsukiotoshi contro Aoki (0-2) .

Est
Kimarite
Ovest:

E-M15 Wakakoyu 3-1*
hikiotoshi
W-J2 Kotokasuga 2-2

E-M14 Tochinonada 1-3
yorikiri
W-M16 Tamanoshima 2-2*

E-M16 Koryu 1-3
yorikiri
W-M13 Takamisakari 3-1*

E-M12 Takekaze 1-3
oshidashi
W-M15 Shimotori 4-0*

W-M14 Hokutoriki 3-1*
hikiotoshi
W-M12 Kimurayama 1-3

E-M13 Yoshikaze 3-1*
hikiotoshi
W-M11 Tokusegawa 1-3

E-M11 Mokonami 3-1*
hatakikomi
W-M9 Goeido 2-2

E-M8 Kakizoe 2-2
hatakikomi
E-M10 Aran 4-0*

W-M10 Okinoumi 0-4
oshidashi
W-M8 Toyohibiki 2-2*

E-M9 Tosayutaka 1-3
yorikiri
W-M7 Kyokutenho 2-2*

E-M7 Tamawashi 1-3*
yorikiri
W-M6 Kokkai 1-3

E-M6 Tokitenku 2-2
uwatedashinage
W-M4 Asasekiryu 4-0*

W-M5 Hakuba 3-1*
tsukiotoshi
W-M3 Wakanosato 0-4

E-K Kotoshogiku 2-2
yorikiri
E-M3 Kakuryu 1-3*

E-M4 Kitataiki 2-2*
oshidashi
W-S Aminishiki 2-2

E-O Kotomitsuki 1-3
yorikiri
W-M2 Tochinoshin 3-1*

W-M1 Miyabiyama 1-3
uwatenage
W-O Kotooshu 3-1*

E-O Harumafuji 2-2*
uwatenage
E-M1 Toyonoshima 0-4

W-K Tochiozan 1-3
sukuinage
W-O Baruto 4-0*

E-S Kisenosato 3-1
hatakikomi
W-O Kaio 4-0*

E-Y Hakuho 4-0*
oshidashi
E-M2 Homasho 0-4

2 commenti:

Andrea ha detto...

A proposito di Kaio.. hai notato che strana espressione ha appena finito il bout? Come la interpreti? Sembra quasi che non volesse vincere ancora così ma gli sia capitato suo malgrado...

Pippooshu ha detto...

Secondo me dipende dal fatto che vincere con Hatakikomi nn è mai molto entusiasmante, soprattutto visto che nel suo caso si trattava della 4a volta consecutiva su 4 giornate! Comunque sono sempre punti pesanti che gli permettono di mettere fieno in cascina per il Kachi-Koshi...